Home page‎ > ‎Novità‎ > ‎

Qualche consiglio per la guida sulla neve

Con l'arrivo del freddo le strade si arricchiscono di nuovi pericoli, primi fra tutti neve e ghiaccio che sono spesso causa di numerosi incidenti e che bisogna imparare a non sottovalutare e ad affrontare correttamente.
Sulle autovetture di recente costruzione, i sistemi elettronici aiutano molto a mantenere una guida sicura ma non sono comunque risolutivi e non si possono sostituire al buon senso, se vogliamo ridurre al minimo i rischi di incidente è bene utilizzare qualche accortezza. Innanzi tutto se l'elettronica è un aiuto in fase di marcia, può essere di impiccio nel momento in cui cerchiamo di muovere l'auto dal parcheggio, il controllo di trazione infatti spesso riduce a tal punto la potenza disponibile alle ruote da rendere la partenza impossibile, quindi prima di tentare l'uscita dalla sosta è bene disinserirlo, su tutte le auto che hanno questo sistema di sicurezza esiste un pulsante apposito per compiere questa operazione, identificabile da scritte come: ASR, TCS, ESP o da simboli come questo:  
Inoltre è sempre conveniente mantenere un buon margine di manovra tra la nostra auto e quella che ci precede e/o segue in parcheggio, questo perché in caso di nevicate improvvise può essere necessaria una manovra di "prima-retromarcia" che consiste nel far "dondolare" l'auto avanti e indietro tramite veloci cambi marcia per ottenere una spinta maggiore e più lineare che facilità l'uscita dall'impantanamento. 
Problemi simili, legati all'aderenza, si possono avere durante la frenata, in questo caso però ad intervenire elettronicamente è l'ABS, dispositivo questo non disinseribile per legge e che non ci deve spaventare. Se durante la frenata sentire un tremolio sotto il piede o dei "colpetti", state tranquilli, è l'ABS che sta regolando per noi la frenata. Quindi fa tutto da solo? No, o meglio, teoricamente sì ma noi possiamo aiutarlo regolando adeguatamente la velocità e anche la forza che imprimiamo al pedale, se premiamo troppo bruscamente l'ABS entrerà subito in funzione mentre se la nostra frenata sarà dolce potremmo evitare il supporto elettronico e ridurre anche di molto gli spazi di frenata.

Durante la marcia è anche bene prestare attenzione, oltre al fondo stradale, anche alle condizioni generali della carreggiata, cumuli di neve ai lati possono ridurre gli spazi a disposizione e incrociare un veicolo che viaggia in senso opposto può creare una condizione di pericolo, in particolare le curve cieche vanno affrontate con particolare attenzione, gli imprevisti sono sempre in agguato quanto si parla di neve e ghiaccio.
Ultimo piccolo consiglio è quello di prendere confidenza con la neve e con il vostro mezzo, se avete a disposizione uno spiazzo innevato, provate ad andare ad una velocità di circa 30km/h ed effettuate le principali manovre di emergenza: frenate brusche, sterzate improvvise, curve strette cercando di correggere eventuali sbandate utilizzando acceleratore e freno. Un test in condizioni di sicurezza può salvare la vita in caso di reale emergenza.