Home page‎ > ‎Agenzia Pratiche Auto‎ > ‎

Richiesta targa ciclomotore

    I ciclomotori ancora muniti di contrassegno di identificazione (cd. targhino) e certificato di idoneità tecnica debbano essere muniti, per poter circolare su strada, delle targhe e del certificato di circolazione previsti dall'art. 97 del codice della strada.

    La sanzione pecuniaria prevista dall' art. 14, comma 3, della citata legge n. 120/2010 va da 389€ a 1.559€.

    Potete effettuare la richiesta della nuova targa per ciclomotori presso i nostri sportelli semplicemente presentando:

  • un documento di identità ed il codice fiscale
  • certificato tecnico originale (libretto), qualora il ciclomotore è già circolante
  • certificato di conformità qualora il ciclomotore sia nuovo di fabbrica
  • In caso si possegga il vecchio contrassegno con 5 caratteri alfanumerici, è necessario riconsegnarlo.

   La nuova targa per ciclomotori è composta da 6 caratteri alfanumerici e dal marchio ufficiale della Repubblica Italiana su fondo bianco con caratteri neri e ricoperta da pellicola retroriflettente

   A differenza della vecchia normativa, chiunque possieda più di un ciclomotore è tenuto a munirsi di un corrispondente numero di certificati di circolazione e di targhe.

   La targa dei ciclomotori costituisce un elemento di identificazione sia del ciclomotore sia dell'intestatario del certificato di circolazione ma, a differenza delle targhe degli autoveicoli, la targa dei ciclomotori è personale, quindi non può essere ceduta ad altro soggetto, ed il proprietario, in caso di perdita di possesso del mezzo, può trattenerla per utilizzarla in seguito per un altro ciclomotore al quale sarà legata attraverso il certificato di quest’ultimo.

   In caso di rivendita del ciclomotore quindi, va annotata la sospensione dalla circolazione a cura del venditore, mentre l'acquirente deve procedere alla richiesta della targa come sopra descritto.